High-resolution, three-dimensional, and contrast-enhanced ultrasonographic findings in diseases of the eye()

J Ultrasound. 2010 Dec;13(4):143-9. doi: 10.1016/j.jus.2010.10.002. Epub 2010 Nov 12.

Abstract
in En , Italian

Objectives: To review the contrast-enhanced ultrasound (CEUS) and 3D ultrasound findings (3D-US) in various pathologies involving the eye and orbit and to compare them with high-resolution US (HRUS) findings.

Background: CEUS is a valid diagnostic tool for study several districts. There are numerous pathological conditions of the eye in which CEUS can be very helpful or detrimental. IMAGE FINDINGS: We review a wide range of ocular lesions, traumatic (retinal and choroidal detachments) and malignant (choroidal melanoma, tumors inside and outside the muscle cone) evaluated alternatively with CEUS and 3D and compare these findings with those obtained with HRUS. Dysthyroid orbitopathy is not included in this review.

Conclusion: CEUS plays a central role in the differentiation of detached retina (vascular) and vitreous membranes (avascular). It is also helpful in the assessment of tumor of the eye, in planning treatment for choroidal melanoma, and in assessing orbital masses for neovascularization. HRUS is highly effective in the detection of traumatic and non-traumatic lesions of the eye, but it is less effective for the assessment of orbital lesions. The 3D module has increased the diagnostic value of CEUS. CEUS is cost-effective and can be used when CT and MR cannot be performed.

Sommario OBIETTIVI: Illustrare i reperti ecocontrastografici (CEUS) e di ecografia in tre dimensioni (3D) di un ampio spettro di patologie del globo oculare, confrontandole con l’ecografia ad alta risoluzione (HRUS). INTRODUZIONE: La CEUS è un valido strumento nella valutazione di numerosi distretti corporei. Nella patologia del bulbo oculare esistono una serie di situazioni in cui la CEUS può essere dirimente o molto utile. IMAGING: In questo lavoro presentiamo uno spettro di lesioni traumatiche (distacchi di retina e della coroide) e di patologia maligna del bulbo oculare (melanoma della coroide, tumori intra- ed extra conali) valutate con CEUS ed ecografia 3D. I risultati sono stati confrontati con HRUS. L’orbitopatiadistiroidea è stata esclusa dal presente studio. CONCLUSIONE: CEUS gioca un ruolo centrale nella diagnosi differenziale tra distacchi di retina (vascolari) e membrane vitreali (avascolari). Inoltre CEUS è molto utile nella valutazione dei tumori bulbari, nel percorso terapeutico del melanoma della coroide e nella valutazione della neovascolarizzazione delle lesioni orbitarie. HRUS è molto efficace nel riconoscimento di lesioni traumatiche e non traumatiche, ma non è utile nella valutazione delle lesioni della parete dell’orbita. L’utilizzo delle ricostruzioni 3D ha aumentato la confidenza diagnostica della CEUS. Infine, CEUS ha un ottimo rapporto costo-beneficio e può essere utilizzata quando la TC e la RM non possono essere eseguite.

Keywords: 3-Dimensional ultrasound; Contrast-enhanced ultrasound; Eye; Orbit; Ultrasound.