Diagnosis of CCSVI in Meniere Syndrome

Ann Ital Chir. 2016;87:386-391.

Abstract

Purpose: The authors have evaluated by ultrasound the CCSVI in Meniere's Disease.

Materials and methods: 140 patients with diagnosis of Meniere's Disease, who have had not improvement to usual therapy, underwent echo color Doppler sonografy by Zamboni's protocol for the diagnosis of CCSVI . 128 were positive.

Results: Ultrasound diagnosis of CCSVI was performed in patients with Meniere's Disease with a positivity in 128 patients on 140 examinated (90% of cases). In healthy population the presence of CCSVI has been evident in 3% of cases.

Conclusions: There is a significant prevalence of CCSVI in patients with Meniere's Disease KEY WORDS: CCSVI, Duplex US, Meniére Disease, Multiple Sclerosis.

In questo lavoro gli autori hanno valutato la possibilità di diagnosticare l’insufficienza venosa cronica cerebro-spinale (CCSVI) nei pazienti affetti da sindrome di Meniére resistente alle terapie mediche. Da aprile 2013 al luglio 2014 sono stati valutati 140 pazienti, 85 femmine, 55 maschi di età compresa tra 32 a 68 anni, con un’età media di 46 aa, affetti da sindrome di Meniere clinicamente definita secondo i criteri AAO 1995. I pazienti sono stati sottoposti ad un esame eco-colordoppler delle vene del collo e dei vasi venosi intracranici secondo il metodo di Zamboni. L’esame è stato eseguito anche in 100 pazienti sani, non affetti da malattia neurologica o audiovestibolare, di età simile a quella dei pazienti arruolati nello studio. L’incidenza della CCSVI, diagnosticata secondo il protocollo sviluppato dal Prof. Zamboni, nei pazienti con sindrome di Meniere è stata del 90%, con una presenza di lesioni più gravi sul lato interessato in casi unilaterali. Nella popolazione di controllo sono state rilevate anomalie compatibili con la CCSVI in soli tre pazienti (3%) comunque asintomatici. Vi è un’alta incidenza di CCSVI nei pazienti con malattia di Meniere clinicamente definita, in una percentuale tale da mettere in dubbio un evento casuale, soprattutto data la bassa prevalenza nel gruppo di controllo.