The relationship between hand hygiene practices and nasal Staphylococcus aureus carriage in healthcare workers

Med Lav. 2020 Feb 24;111(1):54-62. doi: 10.23749/mdl.v111i1.8918.

Abstract

Background: The nasal carriage rate of Staphylococcus aureus in healthcare workers (HCWs) is higher than the general population. Their hands serve as vectors for transmitting S.aureus colonized in the nose to patients.

Objectives: To determine the rate of nasal S.aureus carriage and methicillin resistance in HCWs and to evaluate the relationship between carriage and personal risk factors and hand hygiene behaviors.

Methods: The questionnaire included questions about sociodemographic characteristics, occupational and personal risk factors for S.aureus carriage, the "Hand Hygiene Belief Scale (HHBS)," and "Hand Hygiene Practices Inventory (HHPI)". Nasal culture was taken from all participants. Presence of S.aureus, methicillin and mupirocin resistance were investigated in samples.

Results: The study was carried out with 269 HCWs. The prevalence of S.aureus carriage was 20.1% (n:54). Among 54 S.aureus carriers, only one person had MRSA (0.37%). All S.aureus isolates were susceptible to mupirocin. S.aureus carriage was found to be significantly lower in the smoker group (p:0.015) and in the personnel wearing gloves during the procedures of each patient (p:0.002). S.aureus culture positivity was found to decrease significantly with increasing handwashing frequency (p:0.003). The mean HHPI score was higher in women (p:0.001). The mean HHPI score was lower in the group with nasal carriers than in non-carriers (p:0.176).

Conclusion: The knowledge of hand hygiene practices, high frequency of handwashing, and wearing different gloves during the procedure of each patient decrease S.aureus nasal carriage in HCWs. In addition mupirocin is still effective in nasal S.aureus carriers.

«La relazione tra l’igiene delle mani e la trasmissione di Staphylococcus aureus nasale nel personale sanitario».

Introduzione:: La carica batterica di Staphylococcus aureus nelle cavità nasali è più alta nel personale sanitario rispetto alla popolazione generale. Le mani del personale sanitario fungono da vettore per la trasmissione ai pazienti dello S. aureus.

Obiettivi:: Determinare l’incidenza della presenza di S. aureus nasale e della resistenza a meticillina nel personale sanitario e valutare la relazione tra carica batterica e fattori di rischio personali e comportamento corretto di igiene delle mani.

Metodi:: È stato somministrato un questionario comprendente domande su caratteristiche sociodemografiche, fattori di rischio occupazionali e personali per la presenza di S. aureus, il Questionario sulla percezione dell’igiene delle mani (HHBS) e le Procedure nell’igiene delle mani (HHPI). Una coltura nasale è stata ottenuta per ciascun partecipante allo studio. La presenza di S. aureus e l’eventuale resistenza a meticillina e mupirocina sono state indagate sui campioni raccolti.

Risultati:: Lo studio è stato condotto su 269 operatori sanitari. La prevalenza di S. aureus è stata del 20.1% (n:54). Su 54 portatori di S. aureus, solo una persona presentava resistenza a meticillina (0.37%). Tutti gli isolati di S. aureus sono risultati sensibili alla mupirocina. La presenza di S.aureus era significativamente inferiore tra i fumatori (p:0.015) e nel personale che indossava guanti protettivi per trattare ciascun paziente (p:0.002). La positività delle colture di S. aureus era tanto più bassa quanto più alta era la frequenza del lavaggio delle mani (p:0.003). Lo score medio che valuta le procedure di igiene delle mani (HHPI) è risultato più alto tra le donne (p:0.001) e più basso nel gruppo portatore di S. aureus rispetto ai non portatori (p:0.176).

MeSH terms

  • Carrier State*
  • Female
  • Hand Hygiene*
  • Health Personnel*
  • Humans
  • Male
  • Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus* / isolation & purification
  • Nose
  • Staphylococcus aureus / isolation & purification